La mappa dei servizi per l’infanzia in Emilia-Romagna

La mappa dell'Emilia-Romagna mostra  la distribuzione sul territorio regionale dei servizi per l'infanzia divisi per comune. Il menù a destra (Visible layers) permette di scegliere tra tre diversi dati e cliccando su ogni comune è possibile ottenere: quadro di sintesi (in cui sono indicati i bambini italiani e stranieri residenti, gli iscritti ai servizi e i posti totali disponibili); tipologia dei servizi (quanti sono i nidi d'infanzia e gli altri servizi socio-educativi); posti per titolarità dei servizi (disponibili in servizi pubblici, privati convenzionati e non). Le diverse gradazioni di colore evidenziano le differenze tra i comuni. (Dati 2014/2015, sistema informativo Spi-Er, servizi prima infanzia Emilia-Romagna).

Consulta tutti i dati  

In Emilia-Romagna la rete dei servizi dedicati alla prima infanzia costituisce una risorsa importante per sostenere lo sviluppo e l'accompagnamento alla crescita dei bambini e delle bambine e, al tempo stesso, facilitare la conciliazione dei tempi di lavoro e di cura delle famiglie. Nel 2014/2015 sono 40.957 i posti disponibili, tra nidi d’infanzia e altri servizi socio-educativi, per i 114.201 bambini residenti in età 0 a 2 anni. In pratica si tratta di 35,5 posti disponibili ogni 100 bambini (indice di copertura). I bambini iscritti ai servizi sono 33.140 pari al 29 per cento (indice di presa in carico) di tutti quelli residenti in età 0-2 anni. Di questi il 10,7 per cento (3.546) è di origine straniera.

I servizi per l'infanzia presenti sul territorio regionale sono 1.214. L'82,1 per cento sono nidi d'infanzia (997) che coprono il 93% dei posti, mentre il restante 17,8 per cento (217) sono servizi domiciliari, integrativi (spazio-bambini e centro per bambini e genitori) e sperimentali e si occupano della cura e del benessere dei bambini con modalità differenziate. In regione oltre 7,3 posti su 10 si trovano in strutture pubbliche, mentre i rimanenti 2,7 sono in strutture private, convenzionate e non.